domenica 9 gennaio 2011

“ Fogàsa su la gradèla”

Dal country painting al country cake il passo è breve!!! Stamattina abbiamo acceso il camino e mi è venuta voglia di preparare questo dolce.

Più precisamente si tratta di una focaccia dolce tipica della zona del Lago di Garda sponda veronese.

L’ingrediente principe è l’olio extra vergine di oliva che dalle mie parti non manca di certo ed è di ottima qualità.

Non conosco di preciso le origini ma la “Fogàsa su la gradèla” ossia Focaccia sulla gratella (cotta alla brace) è molto popolare dalle mie parti e sicuramente è un dolce che arriva dalla campagna e dalla povertà.

Ho imparato a farlo dalla mia mamma, la quale mi ha sempre raccontato della nonna che cucinava questa focaccia per una  tavolata con dieci giovani fra fratelli e sorelle che se la strappavano dalle mani …

E’ buona mangiata da sola oppure “puciata” nel latte.

Ma ora è il momento di mostrarvi ricetta e passaggi:

 

1

Un una ciotola unisco 500 gr. di farina bianca, una manciata di farina di mais, un pizzico di sale, 2 cucchiai di zucchero, una bustina di lievito per dolci.

 

2

 

Mescolo il tutto ed aggiungo 1/2 bicchiere di latte (sempre mescolando) e poi olio di oliva quanto basta per ottenere un impasto morbido

 

3

 

4

 

Comincio quindi ad impastare usando le mani e verso il composto sull’asse di lavoro

 

5

 

6

 

7

 

Ora divido l’impasto in uguali porzioni e comincio a stenderne una con il mattarello

 

8

 

9

 

Formo un disco rotondo che bucherello qua e la con la forchetta e lo metto da parte pronto per la cottura.

 

10

 

 

11

 

Ed ora sulle braci …

 

12

 

13

 

… giriamo dall’altra parte …

 

14

 

… ed ecco il risultato finale, una spolveratina di zucchero (facoltativo, io la preferisco senza) …

 

15

 

… mi raccomando spezzata con le mani, niente lame di coltelli e tagli precisi!!!

 

16

 

… vi ho fatto venire un pò di acquolina in bocca?? e allora che aspettate, provate anche voi, si può cuocere anche sulla piastra elettrica, ma fondamentale è … l’olio di oliva!!!!

Io sono fortunata perchè è quello che produciamo noi con i nostri olivi, però si trova dai del buon olio in giro!!!

 

17

 

Questo è un lavoro fatto a sei mani … ops 5 direi …

le mie hanno impastato, quelle di mio marito hanno cotto  e … quella superstite di mio figlio (una perchè l’altra è ingessata insieme al braccio!!!!) ha scattato le foto. Li ringrazio della collaborazione e a voi auguro buona domenica …

 

1819

 

 

 

 

 

 

P.S. ricordate di andare ad iscrivervi al PAL (sul blog color & brush) se non l’avete ancora fatto, c’è tempo fino al 25 gennaio.

                                                            Ciao Milvi

17 commenti:

  1. Ecco lo sapevoooooo.............sempre quando io non ci sono!!!!!!!!!!!!!!!!
    Grazie grazie bell'amica merla sei!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. gnam gnam ... la proverò di sicuro ... peccato non avere il camino !
    Vabbè: mi accontento della piastra elettrica !
    Buona domenica
    Annarita

    RispondiElimina
  3. Sembra buonissima e io apprezzo tantissimo i cibi poco elaborati........da provare, il caminetto è acceso.
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. deve essere deliziosa...la proverò senz'altro!!! ;)

    RispondiElimina
  5. Mi hai fatto venir fame! per ora però è meglio se i dolci mi limito a gustarli virtualmente o al massimo a pitturarli :-))
    Un abbraccio
    Nicoletta

    RispondiElimina
  6. Olive???
    sono appena rientrata da raccogliere le olive ... sono stanca morta ...
    (troppa ruggine negli ingranaggi ;)
    bellissimo racconto egrazie della ricetta , quando avrò il caminetto (nella casa nuova c'è)proverò sicuramente :-))
    kissssssssssssssssmary

    RispondiElimina
  7. Il suo profumo arriva fino a qua!!! Che buonaaaaa!
    Cinzia

    RispondiElimina
  8. Eeeehhh... aspetta, aspetta che vada nella nuova casetta, con tanto di camino in casa e all'aperto... e vedi se non ci provo!!
    SLURP !!!
    :) :)

    RispondiElimina
  9. Segnati che alla prima occasione che ci si incontra la voglio assaggiare .... dalla descrizione sembra buonissima Merla , chissà sotto i dentini!!!! =0)

    RispondiElimina
  10. Anche se sono le 6.40, ed ho già fatto doppia colazione, la tua prelibatezza me la mangerei subitoooooooo !!!
    Buonissima, famissima!!!
    e°*°

    RispondiElimina
  11. SLURP!!!! Ho appena finito il pranzo ma prima del caffè un bel pezzetto di focaccia....e poi cotta nel camino!!!! Va bene, mi hai fatto venire proprio il languorino...e adesso che faccio? Riprendo a lavorare....Grazie per la fetta virtuale!!!
    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
  12. altro che acquolina sbavo troppo buona domani mi copio la ricetta e tu.cerca la bambola Michela::::::::::::::un bacione ele

    RispondiElimina
  13. Ricetta interessante !!!
    Sulla brace sembra proprio il massimo..io mi devo accontentare della stufa... ;) Grazie per la ricetta, da provare sicuramente!!

    RispondiElimina
  14. dunque.. mi mancano sia la brace che l'olio d'oliva buono buono delle tue parti.. ma il soggetto culinario mi ispira ASSAI :)
    grazie per la ricetta e sptt per lo step by step, siccome io nn osno una maga in cucina, devo dire che i tutorial VISIVI aiutano parecchio ;)
    un baciotto
    fede

    RispondiElimina
  15. Chris, if you're referring to the sachet of yeast, are 16 grams. ciao

    RispondiElimina

Sono contenta se mi lasci traccia del tuo passaggio!!! Grazie!